azsociale logo

azsociale logo

Disobbedisco e accolgo - Don Biancalani

Perchè le Acli di Firenze presentano questo libro? 

Perchè Don Biancalani ha reso la chiesa pistoiese di Santa Maria Maggiore a Vicofaro un vero e proprio centro di accoglienza, andando a raccogliere l’appello ad aprire le porte lanciato da Papa Francesco e facendo affidamento sul sostegno di tanti volontari. La sua parrocchia è diventata un “ospedale da campo per migranti” e ha costituito una comunità orientata al ricovero, al sostegno e all’assistenza, con un progetto che nel corso degli anni ha trovato difficoltà, ostacoli, rischi, impedimenti burocratici e gestionali, oltre a recriminazioni, insulti e minacce. L’esperienza di Vicofaro è però continuata senza sosta, con don Biancalani che ha più volte ribadito come la sua disobbedienza civile fosse un’arma per affermare la giustizia sociale, per combattere contro leggi non giuste, per difendere l’umanità e il Vangelo. 

Perchè il libro “Disobbedisco e accolgo” pubblicato da San Paolo Edizioni e aperto dalla prefazione di Diego Zoro Bianchi, sintetizza l'esperienza di Vicofaro e costituisce un manifesto del pensiero e dell’azione del sacerdote pistoiese che trova il proprio perno nel messaggio evangelico “Ero straniero e mi avete accolto”.

Le problematiche di accoglienza e integrazione sono da tempo al centro delle riflessioni dell'universo aclista. Presentando questo libro - spiega Luigi Scatizzi, presidente delle Acli Arezzo - proponiamo una testimonianza forte per far riflettere e per non lasciare indifferenti. 

 

Comunico dunque sono. Saggio su teorie e tecniche della comunicazione - Samuele Ciambrello

Le Acli Napoli presentano questo libro perchè con lo sviluppo della comunicazione digitale è cambiata la comunicazione. "Tutti sanno comunicare, non tutti sanno farsi capire" scrive l'autore del testo, parlando di una fase di bulimia comunicativa in cui tutti comunicano sempre perchè se non comunichiamo non esistiamo. E questo pone un prima problema serio. 

In questa fase si assiste però anche ad un peggioramento della qualità della comunicazione, di confusione tra vita reale e vita narrata e di sovrapposizione tra informazione e notizie deliberatamente spazzatura. 

Per le Acli di Napoli, in quanto organizzazione politica, comprendere come funziona la comunicazione oggi è fondamentale. Ancora di più perchè la campagna elettorale, arrivata inattesa, metterà a confronto con mesi di comunicazione politica che dovrebbe temi realmente importanti ma non si sa se e come si saprà usare gli strumenti della comunicazione per farlo o se la comunicazione prenderà il sopravvento senza far passare i contenuti.

Sottoscrivi questo feed RSS